Spalla. La cuffia dei rotatori. Artroscopia della spalla - Dott Giovanni Zambonin, ortopedico, Spalla, Ginocchio, anca

Vai ai contenuti

Menu principale:

La spalla

Le lesioni della cuffia dei rotatori:
Trattamento in Artroscopia

Le lesioni della cuffia dei rotatori della spalla sono un problema molto comune. La cuffia dei rotatori é costituita dai tendini che si inseriscono sulla testa dell’omero. Questi tendini sono: Il sovraspinato che è quello che più frequentemente va incontro a lesioni, seguito dal sottoscapolare e dall'infraspinato. Le lesioni  possono essere di due tipi:

1. Traumatiche, provocate da trauma diretto della spalla o indiretto sul gomito e sulla mano.
2. Degenerative

Il trattamento conservativo (non chirurgico) prevede terapia medica e trattamento fisioterapico. Il trattamento fisioterapico ha efficacia solo nel ridurre lo stato infiammatorio ed il dolore del paziente, ma non ha alcun effetto nel produrre la riparazione della lesione tendinea. La terapia infiltrativa cortisonica, a fronte di un'efficacia sul dolore e sull'infiammazione, ha un effetto DANNOSO sommatorio (legato cioè al numero di infiltrazioni) sia sui tendini che sulla cartilagine articolare ed è quindi sconsigliata. La terapia infiltrativa con acido ialuronico ha invece un effetto protettivo sui tendini e sulla cartilagine ma non ha alcuna efficacia riparativa sulla lesione o rottura del tendine ed ha solo un minimo effetto antidolorifico.

Il trattamento migliore per le lesioni della cuffia dei rotatori è chirurgico in quanto si ottiene sia la riparazione del danno anatomico, sia la risoluzione progressiva del dolore. Il trattamento chirurgico ha come obiettivo la riparazione della lesione tendinea ed il ripristino della funzionalità articolare. Queso viene eseguito in artroscopia, attraverso delle piccole incisioni che consentono la riparazione in modo mini-invasivo, senza arrecare danni alle strutture circostanti.
I limiti tecnici della riparazione sono legati 1. alla dimensione della lesione, 2. alla qualità del tessuto tendineo (elasticità e consistenza)  3. all'età della lesione: meno recente è la lesione e maggiore è la degenerazione funzionale (degenerazione grassa) del muscolo che nonostante la riparazione del tendine non potrà riprendersi completamente. Sono definite lesioni "irreparabili" della cuffia, lesioni così ampie da non permettere la reinserzione dei tendini nella corretta sede di inserzione. Una menzione particolare meritano le lesioni parziali e quindi non a tutto spessore della cuffia dei rotatori. L’intervento in artroscopia permette l’identificazione della lesione e la sua riparazione con suture intratendinee di rinforzo.

Lesione del sovraspinato

Sutura del sovraspinato

 
Torna ai contenuti | Torna al menu