Anca. Artrosi. Protesi dell'anca - Dott Giovanni Zambonin, ortopedico, Spalla, Ginocchio, anca

Vai ai contenuti

Menu principale:

L'Anca

Artrosi dell'anca - Protesi dell'Anca


L'artrosi è una malattia reumatica di tipo degenerativo con interessamento primitivo della cartilagine articolare e con modificazioni secondarie di tutti i restanti componenti articolari. Rappresenta da sola il 50% di tutte le malattie reumatiche. Il sesso femminile è più colpito rispetto al sesso maschile.
I SINTOMI
L'esordio della malattia è subdolo tanto che il paziente difficilmente si rivolge al medico in fase precoce. Con il progredire della malattia le alterazioni degenerative delle superfici articolari determinano la comparsa di dolore e una progressiva limitazione dell'ampiezza dei movimenti. Il dolore è presente sia alla palpazione sia ai movimenti attivi e passivi ed è aumentato dal movimento e dal carico prolungato, mentre tende a ridursi con il riposo. Nelle fasi avanzate della malattia il dolore può persistere anche a riposo. Il dolore è inizialmente di tipo nevralgico irradiato in regione antero-mediale della coscia fino al ginocchio, successivamente si manifesta in regione inguinale. La sintomatologia dolorosa insorge ai primi passi e dopo carico prolungato, successivamente diviene più e costante. Nelle fasi più avanzate si ha ipotrofia muscolare dei glutei e del quadricipite. Si può anche osservare un accorciamento dell'arto interessato. La mobilità viene compromessa velocemente; nelle fasi precoci di malattia viene limitata l'intrarotazione e quindi l'estensione, abduzione, adduzione e infine la flessione.
COME SI CURA
Quando la sintomatologia dolorosa diviene tale da limitare notevolmente l'autonomia deambulatoria del paziente deve essere presa in considerazione la possibilità di un intervento chirurgico di sostituzione protesica dell'articolazione dell'anca che ha lo scopo di ridare il movimento articolare in assenza di dolore.


Protesi di anca

 
 
Torna ai contenuti | Torna al menu